Martedì, Ottobre 24, 2017
   
Dimensione
Login

Brutto in pole position

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

 

 

 

Sabato 6 Giugno 2009 Sport pag. 22

SNOWBOARDCROSS

Intervista di Pietro Roth

Brutto in pole position

Le Olimpiadi di Vancouver sono davvero ad un passo

Sarebbe bellissimo, ma ora penso a fare bene il 10 e l'11, in Argentina, nella prima Gara di Coppa del Mondo


Obbiettivo Vancouver 2010
Raffaella Brutto, classe 1998, genovese di Sori, è in pole position per partecipare alle prossime Olimpiadi Invernali nella specialità snow-boardercross.
il criterio per l'assegnazione dei posti disponibili prende in considerazione i punti maturati da ogni singolo atleta nelle gare di Coppa del Mondo e Mondiali: possono partecipare ai Giochi Olimpici solo i primi trenta di tutto il mondo.
In questo momento Raffaella Brutto è in quindicesima posizione e, a meno di clamorosi sviluppi, non dovrebbe aver problemi a tenere alto il nome di Genova alle prossime Olimpiadi Invernali, in programma nel Febbraio 2010 proprio a Vancouver.
Raffaella, il grande sogno è ormai ad un passo...
"Si, ma mai festeggiare anzitempo, non c'è ancora nulla di certo e devo tenere alta la concentrazione, manca ancora tanto tempo è può succedere di tutto"
Quando è in programma il prossimo appuntamento ufficiale, dove poter mettere in cascina altri punti?
"A settembre, e più precisamente il 10 e l'11 sarò a Chapelco, in Argentina, per la prima gara di Coppa del Mondo della nuova stagione"
Nell'attesa si gode le meritate vacanze?
"Magari, per ora bisogna pensare ad allenarsi. L?8 giugno sarò con la Nazionale al Passo del Tonale, dove rimarremo fino a fine luglio, poi a Rovereto per la preparazione atletica, e infine ancora sulla neve a Cervinia o di nuovo al Passo del Tonale. Un calendario fitto di impegni ..."
Una discliplina particolare quella dello Snowboard-cross, o no?
"Si, particolare quanto affascinante. Si tratta della specialità più completa dello snowboard, perchè nel percorso ci sono salti, curve, paraboliche ed è una gara di velocità. E' uno sport che va praticato usando la testa, senza fare il passo più lungo della gamba, cercando di andare oltre le proprie potenzialità, e non bisohna mai aver paura. il rischio è quello di farsi del male."
A lei è successo?
"Nella mia carriera ho subito due gravi infortuni al ginocchio, ma mi sono ripresa senza particolari problemi"
il Suo curriculum parla per lei: un successo dietro l'altro, mancano solo le Olimpiadi...
"Ho disputato i giochi della Giuventù Europea e le Universiadi, ora il prossimo traguardoè proprio quello di gareggiare a Vancouver, sarebbe un sogno che si realizza"
Lei è nata a Genova, in riva al mare di Sori, e ora vive perennemente con la valigia in mano, di montagna in montagna. Le piace la vita dell'atleta?
"E' una vita piena di soddisfazioni, ma anche di sacrifici. Non percepisco nessuno stipendio, ma solo i rimborsi spese, i premi gara e qualche sponsorizzazione, nulla di più.
E stare lontano dai famigliari non è facile, anche se poi ci si abituaed io in montagna mi sento a mio agio, sto benissimo. Certo poi Genova è Genova, è casa mia, non serve dire altro."

Snowboard a parte cos'altro le riempie la vita?
"Sono iscritta al corso di Laurea in Scienze Motorie, magari quest'estate proverò a sostenere un paio di esami, ma è molto difficile studiare con così poco tempo a disposizione"
Alla soglia di un importante traguardo che si sta per raggiungere, ci sono particolari ringraziamenti?
"Ci sono i miei genitori, che mi hanno portato sulla neve sin da bambina. E poi Ferruccio Baudin, che è stato il mio primo allenatore e mi ha seguita fino a pochi anni fa: senza di lui probabilmente ora non potrei neanche coltivare questo sogno"
Pietro Roth

IL RITRATTO

Ha 21 anni, grande talento e personalità
Una vita sulla neve. Raffaella brutto è nata a Genova il 10 gennaio 1988, ma ha cominciato ben presto a coltivare il suo feeling con la montagna.
A dieci anni entra a far parte della sezione snowboard dello sci club La Thuile e, visti gli ottimi risultati ottenuti in ambito regionale, si guadagna l'accesso al Comitato Valdostano, anticamera della Nazionale.
Il suo curriculum sportivo è roba da stropicciarsi gli occhi: negli ultimi tre anni ha vinto tre Campionati Italiani, nel 2005 ha vonto Coppa Italia.
Si è classificata terza alle Universiadi di Torino 2007, stesso piazzamento ottenuto anche in quelle di Harbin (Cina) 2009, oltrechè aver vinto i Campionati Italiani Junior di Gigante e partecipato, con ottimi risultati, ai giochi Olimpici della Gioventù Europea.
Nella stagione invernale che si è appena conclusa, oltre a confermarsi Campionessa Italiana sul tracciato di Canazei, si è classificata al quarto posto alle finali di Coppa del Mondo.
La usa specialità, lo snowboarder.cross (che ha fatto il suo debutto olimpico a Torino 2006), consiste nel percorrere, tavola ai piedi, un percorso costituito da strutture ed ostacoli realizzati con la neve.
Raffaella, che fa parte anche della Nazionale di Gigante, adesso gareggia in Italia per lo Snow Club Courmayeur: in Nazionale è allenata da Luca Pozzolini, anch'egli originario di Genova, e Christian Nuvoloni.
[p.r]

comments

Patners

Video

 World Cup 2012 Blue Mountain :: Raffaella Brutto

 

 Intervista Raffaella :: Gli sporTaccioni
 Allenamento Cervinia SBX 2011 :: Squadra Italiana
 SBX World Championships 2011 :: La Molina Raffaella Brutto
 Olimpiadi 2010 :: Interviste a: A. Schiavon - R. Brutto - S. Malusà
 SNOWBOARD A VALMALENCO  :: WC 2009
 SBX 2009 WC Valmalenco :: Podio
 SBX 2009 WC Valmalenco :: Finale Femminile
 SBX La Molina WC 2009 :: Small Finals
 Universiadi 2009:: Premiazione
 Universiadi 2009:: Finale Femminile
 Universiadi 2009:: Inaugurazione
 Campionati Italiani 2007:: Colere
 Universiadi 2007:: Intervista a Raffaella

Le mie foto

  
   
 12 visitatori online

Login Form