Martedì, Ottobre 24, 2017
   
Dimensione
Login

“Il mio sogno sono le Olimpiadi di Sochi nel 2014”

informamolise 

 (Informamolise 30 marzo 2012)       

Intervista esclusiva alla campionessa  di snowboard corss femminile italiano Rafaella Brutto

 «Raffaella Brutto, campionessa Italiana Assoluta 2007 - 2008 - 2009-2010 di snowboard cross, giovanissima ma con tanta voglia di vincere dettata dalla sua grinta e dal suo coraggio si racconta in questa intervista.»

Raffaella lo sport ha fatto parte della vita fin da piccola, ma sei passata dal pattinaggio a rotelle allo snowboard. Come mai questa scelta?
Intanto è uno sport completamente diverso, la scelta l’ho fatta principalmente perché mi sono accorta che il pattinaggio non mi dava più tante soddisfazioni,mi sono appassionata allo snowboard, che in più è uno sport olimpico, ho sognato sempre di poter gareggiare alle olimpiadi, tutto ciò mi ha spinto ad investire il mio futuro in questa disciplina”.

Quali sono le difficoltà fisiche e psicologiche che si incontrano a praticare lo snowboard cross?
Questa che pratico è una disciplina molto pericolosa, si va sempre incontro, molto spesso ad infortuni, diciamo che a livello psicologico la paura è un grosso limite, se si ha paura si farsi male è uno sport che non si può praticare. A livello fisico devo riconoscere che gli allenamenti sono molto faticosi, soprattutto in autunno, quando comunque è difficile potersi allenarsi sui ghiacciai che sono freddissimi, si scelgono montagne più basse, ma si combatte comunque con basse temperature”.

Questa è una disciplina dove viene richiesta anche una buona dose di coraggio?
Per il boardercross sicuramente, se poi si vuole praticare snowboard a livello di turismo è più facile, a livello agonistico le difficoltà aumentano”.

Come sono le piste di boardercross? C'è n'è una in particolare che preferisci?
Le piste sono costruite appositamente per le gare e ogni anno cambiano, non si trovano piste naturali nelle stazioni sciistiche. Chiaramente sono sempre costruite sulle stesse piste e le linee sono sempre le stesse di anno in anno. Le piste che preferisco sono quella di la Molina in Spagna, dove ho ottenuto l’ottavo posto ai Mondiali, rompendomi il ginocchio pultroppo, e quella di Valmanenco in Italia”.

La disciplina del Boardercross prevede anche che gli atleti indossino un casco protettivo. A te è stato utile ultimamente in gara?
Il casco nella mia disciplina è obbligatorio, c’è chi usa il casco integrale e chi il caschetto piccolo, quello che uso anch’io da circa due anni, perché mi permette di essere più agevole nei movimenti: Si ultimamente una caduta mi ha causato un trauma cranico, si il casco probabilmente mi ha salvato la vita”.

Quando si gareggia bisogna essere allenati, concentrati, in forma fisica. Dove trovi la carica per affrontare gare importanti?
Devo dire che  la motivazione è tutto, noi gareggiamo con l’obiettivo principale di poter arrivare alle Olimpiadi, quindi superpreparati per affrontare l’Olimpiade, tutte le gare che ci sono prima sono un allenamento, un condizione per arrivare più in forma possibile all’obiettivo”.

Raffaella, tu sei giovanissima, come riesci a conciliare allenamenti, gare e vita privata?
Be devo dire che non è così difficile, la stagione invernale siamo molto impegnati anche se riusciamo a tornare qualche giorno a casa. Sono fidanzata da quasi tre anni, direi che riesco a conciliare abbastanza bene sport e vita privata”.

Diventare una campionessa nel tuo campo ti ha portata a fare delle rinunce a livello personale?
“ Una rinuncia l’ho dovuta fare, non potendo frequentare l’università, cosa che mi sarebbe piaciuta, ma spero nel futuro di riuscire a riscrivermi”.

Abbiamo detto che il boardercross è uno sport “pericoloso”, dove serve anche coraggio, oltre che la preparazione atletica. Tu consiglieresti di scegliere questo tipo di disciplina ai ragazzi?
Sicuramente fare sport è importante a qualsiasi età, lo snowboard, come dicevo prima, può essere praticato anche a livello turistico. Affrontare il boardercross è una scelta, ma dettata anche dalla passione. Si spero che i più giovani inizino a guardare alle molte discipline sportive esistenti e magari si appassionino a quella a loro più adatta”.

Qual è il prossimo appuntamento sportivo che dovrai affrontare?
“ Mi sto preparando ai campionati italiani, che molto probabilmente si disputeranno il 2 aprile in Valmanenco”.

Un tuo sogno, un obiettivo che vorresti raggiungere?
Le olimpiadi! Partecipare alle prossime olimpiadi in Russia, a Sochi 2014”.

Raffaella c’è un atleta che vorresti conoscere o con cui ti piacerebbe confrontarti?
Be per quanto riguarda la mia disciplina i grandi li conosco, tra i miei preferiti c’è Alex Pullin australiano, ex campione del Mondo, che ha vinto la Coppa del Mondo nel 2011. Tra gli atleti di altre discipline che mi piacerebbe conoscere, forse sembrerà strano, ci sono Igor Cassina, ginnasta italiano che eccelle nella specialità della sbarra e Matteo Tagliariol schermidore italiano della specialità della spada, che alle olimpiadi di Pechino 2088 ha vinto la medaglia d’oro”.

Per chiudere cosa pensi del mondo dei social network, visto che hai un blog online, www.raffaellabrutto.com,  dove racconti dei tuoi appuntamenti sportivi?
“Diciamo che a me piace molto usare il computer, sono molto spesso on line, mi piace comunicare con facebook, con il blog”.

Quindi non tendi a nasconderti come molti personaggi diventati famosi?
A me piace confrontarmi, raccontare di me e dello sport che pratico e anche ricevere suggerimenti dai miei sostenitori e incitamenti dai miei fan o dai miei amici”.

Raffaella Brutto
SNOWBOARD specialità SBX

Scritto da Mariateresa Di Lallo   
Venerdì 30 Marzo 2012 09:00

comments

Patners

Video

 World Cup 2012 Blue Mountain :: Raffaella Brutto

 

 Intervista Raffaella :: Gli sporTaccioni
 Allenamento Cervinia SBX 2011 :: Squadra Italiana
 SBX World Championships 2011 :: La Molina Raffaella Brutto
 Olimpiadi 2010 :: Interviste a: A. Schiavon - R. Brutto - S. Malusà
 SNOWBOARD A VALMALENCO  :: WC 2009
 SBX 2009 WC Valmalenco :: Podio
 SBX 2009 WC Valmalenco :: Finale Femminile
 SBX La Molina WC 2009 :: Small Finals
 Universiadi 2009:: Premiazione
 Universiadi 2009:: Finale Femminile
 Universiadi 2009:: Inaugurazione
 Campionati Italiani 2007:: Colere
 Universiadi 2007:: Intervista a Raffaella

Le mie foto

  
   
 38 visitatori online

Login Form